Sradicare per "sradicare" le reti private

Disroot è una piattaforma emersa ad Amsterdam che ci consente di utilizzare una vasta gamma di strumenti per la nostra vita digitale quotidiana, e tutti gratuiti e sicuri. Un modo accurato e prezioso per migrare verso spazi più liberi.

Hai mai pensato di migrare su piattaforme più libere? Potresti essere il peresa di dover navigare da una all'altra piattaforma? Pensi che sia un mondo geek, fatto per gli hacker, parlato attraverso schermi neri?

Ciò che Disroot sta ottenendo è in gran parte rompere molte di queste lacune nella comprensione, accesso e facilità per poter offrire ciò che chiamano: "Una piattaforma che fornisce servizi online basati su principi di libertà, privacy, federazione e decentramento."

In cosa consiste Disroot??

Come spiegato sul web dai suoi creatori:

"Originariamente creato Disroot ("Sradicamento") per esigenze personali, stavamo cercando un software che potessimo usare per comunicare, condividere e organizzarci all'interno della nostra community. La maggior parte delle soluzioni disponibili non aveva gli elementi chiave che riteniamo importanti; I nostri strumenti devono essere aperti, decentralizzato, federato e rispettoso della libertà e della privacy.

Quindi cerchiamo e troviamo alcuni ottimi progetti là fuori, progetti che devono essere a disposizione di chiunque valorizzi questi principi. Ne scegliamo alcuni per raggrupparli per uso pubblico: E-mail, forum, condivisione di file, chiacchierare, editing collaborativo del testo e un social network.

Tuttavia, non cerchiamo di essere il vostro fornitore quotidiano di servizi sterili. Quando si esegue Disroot incoraggiare le persone a utilizzare questi servizi - può essere sulla nostra piattaforma o su un'altra (o semplicemente ospitare il proprio) – con l'obiettivo di formare una rete in cui gli utenti possano facilmente interagire tra loro invece di essere bloccati in un ecosistema."

In termini pratici

Disroot è una somma di strumenti digitali gratuiti che ci permettono di comunicare, organizzare e condividere, rispettare i principi di libertà e privacy, ma soprattutto farlo in modo molto semplice per chi lo usa: un nome utente + una password = accesso automatico a tutti gli strumenti.

Una delle cose che vorrei sempre trovare come utente dei servizi educativi in cui lavoro è, proprio, Per consentire a un utente di accedere a più servizi con lo stesso account. Non dover passare attraverso quella tortura di ricordare gli accessi, Password, convalidare ciascuno di essi nell'e-mail, and so on...

C'è una tecnologia che lo consente e si chiama LDAP: "sono l'acronimo di Lightweight Directory Access Protocol (in spagnolo Light/Simplified Directory Access Protocol) che fanno riferimento a un protocollo a livello di applicazione che consente l'accesso a un servizio directory ordinato e distribuito per cercare informazioni diverse in un ambiente di rete».

Cioè: accedendo a user.disroot.org apriamo un account e automaticamente possiamo accedere con questi dati a tutte le piattaforme che offrono. Inoltre, non è necessaria un'e-mail, Disroot ti dà un.

Utensileria

Faremo una passeggiata attraverso ciascuno di essi. Prima quelli che devi avere un account da usare:

CLOUD – Un cloud più sicuro

https://cloud.disroot.org/

Il cuore di molti degli strumenti di Disroot con Nextcloud. Conti con 4 GB di spazio per archiviare e condividere i tuoi file con chi vuoi e puoi anche usarlo, in modo molto semplice da applicazioni desktop e cellulari. Dal browser è possibile accedere all'email – https://mail.disroot.org/ – oltre al calendario, Contatti, galleria, i cosiddetti audio e video e notizie per i feed RSS.

CHAT – Più privacy per i tuoi discorsi

https://chat.disroot.org/

Come accedere al nostro sistema di messaggistica Riot dal server Disroot

Basato sullo standard aperto per le comunicazioni Matrix decentralizzate (e non, qui non ti daranno la scelta tra la pillola rossa e blu), la chat funziona perfettamente tramite l'app Riot. Puoi usarlo dal tuo browser ma anche, Naturalmente, da applicazioni desktop e cellulari/mobili scaricabili da https://riot.im/.

Quando lo scarichi sul cellulare / cellulare, guarda le indicazioni come mostrato nella foto.

Seleziona Opzioni server personalizzate > Server domestico: https://disroot.org e Identity Server: https://vector.im. Il login verrà @tunombredeusuaria:disroot.org e password che hai scelto.

TAIGÀ – Gestisci i tuoi progetti e fallo con altre persone

https://board.disroot.org/

Taigà è uno strumento di project management, sviluppato per programmatori, designer e startup che lavorano con metodologie agili.
Crea una visione chiara e visiva dello stato attuale del tuo progetto per tutti i soggetti coinvolti. Rendi la pianificazione molto semplice e mantieni te e il tuo team concentrati sulle attività. Taigà può essere regolato per adattarsi a qualsiasi tipo di progetto grazie alla sua personalizzazione: da complessi progetti di sviluppo software a semplici lavori domestici. La limitazione è la tua immaginazione.

FORUM – Uno spazio flessibile per le discussioni.

https://forum.disroot.org/

Un forum con un focus più aperto sui forum di discussione tradizionali. Offri tutto ciò che la tua comunità, gruppo o gruppo ha bisogno di creare la propria piattaforma di comunicazione, sia pubblico che privato. Dà anche alle persone la possibilità di creare argomenti su argomenti di interesse e trovare altri con cui discuterne, o semplicemente unisciti alla comunità esistente.

DIASPORA – Una rete che sembra un giardino recintato... ma non lo è!

https://pod.disroot.org/

Un classico tra i social network gratuiti che funziona perfettamente da tre premesse chiare: Conosco il titolare dei tuoi dati, scegli il tuo pubblico, So chi vuoi essere.
La sua somiglianza con Facebook lo rende molto facile da usare per coloro che sono ancora basati su piattaforme private. Gente, gruppi e reti che troviamo attraverso Diaspora ci permettono una ricchezza di informazioni che troviamo non accade in altre parti.

STRUMENTI CHE NON HANNO BISOGNO DI UN ACCOUNT DISROOT PER POTERLI UTILIZZARE

ZEROBIN – Condividi il testo in modo sicuro dal server

https://bin.disroot.org/

Un pastebin è un'applicazione web che permette ai suoi utenti di caricare piccoli testi, generalmente esempi di codice sorgente, in modo che siano visibili al grande pubblico. PrivateBin è un pastebin online open source minimalista in cui il server non ha alcuna conoscenza dei dati patchati. I dati sono crittografati / decifrare nel browser utilizzando 256 Bit AES.

UPLOAD – Crittografa i file che invii

https://upload.disroot.org/

Upload è un software di file hosting, sviluppato da Lufi. I file vengono temporaneamente memorizzati in modo da poterli condividere con altri tramite un collegamento. Per proteggere la privacy, Tutti i file sono crittografati dal browser. L'amministratore dell'istanza Lufi che stai utilizzando non sarà in grado di vedere cosa c'è nel tuo file o l'amministratore di rete. Né può farlo la società a cui ha assunto Internet. (ISP).

SEARX – Fai le tue ricerche in modo anonimo

https://search.disroot.org/

Un motore meta-tag (aggiunta dei risultati di altri motori di ricerca) ma non memorizza informazioni sui propri utenti.

SONDAGGI – Condurre sondaggi, Piano, prendere decisioni

https://poll.disroot.org/

I sondaggi sono un servizio online per fissare un appuntamento o prendere una decisione rapida e semplice.

ETHERPAD – Scrivi in modo collaborativo

https://pad.disroot.org/

Il classico tra i classici per scrivere in modo collaborativo. Accesso, assegna un nome al tuo pad e condividi il link con chi vuoi collaborare, è già! Disroot ha implementato l'interessante opzione di commentare per righe.

ETHERCALC – Fogli di calcolo collaborativi

https://calc.disroot.org/

I dati dei tuoi fogli di calcolo vengono memorizzati sul web e più persone saranno in grado di modificare contemporaneamente. Tutte le modifiche si riflettono istantaneamente su tutte le schermate. La possibilità di lavorare insieme negli inventari, moduli di indagine, gestione liste, sessioni di brainstorming e altro ancora!

Puoi accedere a tutti i link da https://apps.disroot.org

Vuoi aprire un conto?

Fallo da https://user.disroot.org/pwm/public/newuser

Ci vediamo!

1 pensiero su "Sradicare per "sradicare" le reti private”

Lascia un commento

Uno × 2 =

"edutictac.es